Category: news

Il prossimo anno debutterà in contemporanea in più paesi del mondo un musical italiano con le hit di Raffaella Carrà che, secondo quanto riportato in un comunicato stampa, “racconterà una gioiosa storia d’amore, di emancipazione e di riscatto sociale ambientato negli anni 70”.

Lo spettacolo, “con il filo conduttore delle musiche e delle canzoni” della showgirl –  venuta a mancare all’età di 78 anni lo scorso 5 luglio -, sarà prodotto da Valeria Arzenton, fondatrice del gruppo Zed Live, che proprio pochi giorni fa aveva raggiunto un accordo per trasformare in musical il film “Ballo Ballo – Explota Explota”, prodotto nel 2020 dalla casa di produzione cinematografica spagnola/uruguaiana Tornasol SL.

Stando a quanto riferito dalla nota stampa, “Ballo Ballo – Explota Explota Musical” prevede il coinvolgimento di primarie società di produzione italiane, spagnole ed olandesi (tra cui Tornasol SL, Sunset Ent SL, Mas Srl, Dreamcatcher BV) e debutterà in contemporanea in più stati nel 2022.

“In questo momento sono particolarmente scossa per la scomparsa di questa grandissima donna e artista, questo progetto doveva essere una celebrazione vivente e non un ricordo postumo”, ha fatto sapere Valeria Arzenton. E ancora: “A Natale fui folgorata dal film ‘Ballo Ballo’ perché la storia è bella, una favola senza tempo e mostra la forza delle passioni, capaci di creare vere e proprie rivoluzioni. Così come la Carrà, una donna forte e controcorrente, sempre in prima linea e al di sopra dei pregiudizi. Oggi più che mai sentiamo il peso e l’onore di rappresentare un’opera musical che dovrà celebrare per generazioni e generazioni la musica e la vitalità di Raffaella Carrà”.

Arzenton ha poi sottolineato: “Il musical sarà il primo in Italia prodotto da una donna, così come il film è stato diretto dalla produttrice uruguaiana Mariela Besuievsky e portarlo sulle scene in giro per il mondo sarà sicuramente il modo migliore per omaggiare una grandissima artista, che è stata un’icona, un mito, un’ispirazione per me come per moltissime persone nel mondo”.

Ha aggiunto: “Con la sua classe e la sua ironia ha traghettato la femminilità e la mentalità di un intero paese da un’Italia bigotta alla modernità e alla trasversalità, incarnando lo spirito della donna libera, determinata e che insegue i propri sogni: per questo ogni donna italiana può almeno in parte identificarsi in lei. Le sue canzoni sono la colonna sonora della nostra italianità”.

I casting internazionali per la selezione di giovani talenti che parteciperanno alle varie edizioni sono aperti.