Category: news

“Ho tre progetti in corso: un nuovo libro fotografico, una mostra all’ICA di Milano delle mie opere tra fine 2022 e inizio 2023 e sto lavorando al mio album”: Michael Stipe conferma che il suo debutto da solista sulla lunga distanza è nei suoi piani, anche se come sempre non si sbilancia su data e modalità di uscita. L’ex frontman dei R.E.M. ha aggiornato i fan al termine di una “photochat” su Zoom con la Martin Parr Foundation, svoltasi venerdì 7 gennaio e condotta dal fotografo inglese Martin Parr. Nel corso della lunga chiacchierata, Stipe ha raccontato il suo rapporto con l’arte, con Patti Smith e Andy Wharol e presentato il suo ultimo libro, uscito la scorsa primavera per Damiani, editore bolognese.Michael Stipe, che ha compiuto 62 anni nei giorni scorsi, ha pubblicato finora tre canzoni soliste, tutte tra il 2019: “Your capricious soul”, “Drive to the ocean” e “No time for love like now” (recentemente tradotta e riletta da Zucchero per il suo album di cover”Sto lavorando alla musica. Ma il mio passato nei R.E.M. è come una grossa montagna da scalare. Voglio creare qualcosa che non metta in imbarazzo e sia allo stesso livello dei R.E.M.. E io sono una persona unica, non sono Michael Peter Mike o Bill. Non è facile farci i conti. Ma ho inciso musica, sì; non l’ho ancora pubblicata.”Ora sono da solo: non ho contratti, sono un artista svincolato”, aveva raccontato recentemente: le canzoni sono state pubblicate in autonomia, distribuendo i profitti in beneficenza, e solo successivamente caricate sulle piattaforme streaming.